2009-2019: com’è cambiata la F1 in 10 anni

Sezione Motori

2009-2019: com’è cambiata la F1 in 10 anni

Nelle ultime settimane sta impazzando la moda del #10YearsChallenge, ovvero una sfida online che invita a confrontare i se stessi di oggi con quelli di un decennio fa. Ma in 10 anni non cambiano solo le persone. La Formula 1, per esempio, ha avuto anche lei un bel po’ di mutazioni importanti. Vediamo quali.

AUTO Il 2009 fu l’anno della rivoluzione tecnica che rese le auto lunghe e strette. Concetto che, con le dovute evoluzioni, è rimasto immutato fino al 2016. poi l’anno dopo le monoposto si sono abbassate e allargate, riprendendo in parte lo stile fino al 2008. Quest’anno invece ci sarà un piccolo ritorno allo stile 2009, con ali anteriori semplificate e allargate, e ala posteriore più alta.

MOTORI 10 anni fa sotto al cofano c’erano ancora i V8 2.4 aspirati. Che dal 2014 sono stati rimpiazzati dai 1.6 turbo ibridi. Il 2009 fu l’anno che segnò l’inizio della svolta elettrica, dato che in quella stagione debuttò il kers. All’epoca era ancora in fase sperimentale (non tutti i team lo avevano) e si limitava a dare un boost di potenza a comando. Oggi l’ers è determinante per la prestazione della monoposto, e garantisce una elevatissima percentuale di potenza.

TEAM Guardando l’entry list del Campionato 2009 possiamo notare come diverse squadre non siano più le stesse. In particolare, la Brawn GP (Campione Piloti e Costruttori di quell’anno) è scomparsa, lasciando spazio già l’anno dopo alla Mercedes. Tra le scomparse eccellenti si nota anche la Toyota, mentre la Force India ha cambiato nome in Racing Point. La Sauber ha compiuto la sua rivoluzione copernicana cambiando Casa di sostegno: dalla BMW del 2009 all’Alfa Romeo del 2019. Tra i team debuttanti la Haas, mentre i piccoli team (HRT, Virgin e Lotus) sono scomparsi senza lasciare traccia.

MOTORISTI Nel 2009 la Formula 1 contava 5 motoristi: Mercedes, Ferrari, Renault, Toyota e BMW. Questi ultimi due oggi sono sono più presenti, e i motoristi sono solo 4: il Giappone resta infatti rappresentato dalla Honda. Da segnalare tra le “meteore” dell’ultimo decennio anche la Cosworth.

PILOTI Solo 5 driver che guidavano nel 2009 sono ancora al volante: Lewis Hamilton (Campione in carica 10 anni fa come anche oggi), Sebastian Vettel, Kimi Raikkonen, Romain Grosjean e Robert Kubica. Quest’ultimo ha però disputato appena due stagioni nell’ultimo decennio: alla vigilia del 2011 fu infatti vittima dell’incidente che lo ha tenuto appiedato fino a quest’anno. Tra i ritiri eccellenti dell’ultima decade sono da segnalare i Campioni del Mondo Jenson Button (che vinse proprio nel 2009), Fernando Alonso (fresco di ritiro) e Nico Rosberg. Da citare anche Michael Schumacher, assente nel 2009 ma che tornò nel triennio 2010-12.

Please follow and like us:
0