Sezione Motori

Il primo gran premio di Germania con la Ferrari non è stato foriero di soddisfazioni per Sebastian Vettel, che nella gara di casa ha potuto lottare solo con il compagno di squadra Raikkonen senza mai andare all’attacco degli avversari. A Hocknheim infatti Red Bull e Mercedes sono state ancora una volta ben più veloci della Ferrari, che è apparsa molto appannata durante l’intero week end.

Ciononostante, il pilota tedesco non si arrende, anche se è facile leggere la delusione nei suoi occhi. Ecco le parole del ferrarista dopo la gara di casa.

Di solito in gara siamo più forti che in qualifica, ma oggi questo non è accaduto: la macchina scivolava troppo e questo rovinava le gomme. Il quinto e sesto posto sono il massimo che potevamo fare oggi ma di certo non possiamo accettarlo: lavoreremo per migliorare e sappiamo dove, le cose che arriveranno nelle prossime gare sono state pianificate da tempo. La prima parte di stagione non è andata come volevamo e dobbiamo lavorare anche su noi stessi: io per esempio ho avuto troppi alti e bassi che mi sono costati diversi punti.

Ma continueremo a lottare. Quanto alla gara di oggi, la decisione di montare le Soft nel finale era una scelta ovvia, dato che avevamo un set nuovo di zecca. Ho deciso io di stare fuori per qualche giro in più prima di montarle perchè non volevo usarle per troppi giri; col senno di poi forse è stata una decisione troppo prudente, perché avremmo avuto la possibilità di mettere sotto pressione chi ci stava davanti.

L’atmosfera oggi, con tutte quelle bandiere tedesche e della Ferrari, era incredibile: da questo punto di vista è stato il più bel GP di Germania che ho mai corso!”

Lorenzo Lucidi

Please follow and like us:
0