Alfa Romeo, Imparato spiega la strategia: Tonale, B-Suv ed elettrificate

Pubblicato da mwlsport il

Tonale

A distanza di alcuni mesi dalla creazione di Stellantis, si delineano sempre di più le strategie di Alfa Romeo. Il brand italiano è stato affidato alle cure di Jean-Philippe Imparato, ex manager Peugeot e veterano del Gruppo PSA, nonché appassionato delle vetture del Biscione. Tanto che, negli ultimi tempi, non ha lesinato le visite al Museo di Arese e ha deciso di lavorare da Milano. “L’Alfa Romeo si gestisce in Italia, non da Parigi”, ha detto.

Imparato, nel corso di un evento con la stampa italiana, ha parlato del futuro del marchio che si sta delineando, facendo solo qualche annuncio ma assicurando che il Gruppo darà il massimo per rilanciare Alfa.

Il primo modello ad arrivare sul mercato sarà – finalmente – la versione definitiva del suv Tonale, presentato come concept a Ginevra di due anni fa. La Tonale arriverà nelle concessionarie a giugno 2022, e qualche mese prima verrà presentata ufficialmente, con la produzione che partirà da marzo. Poi sarà la volta del B-Suv (che qualcuno ha già battezzato “Brennero”, anche se non c’è ufficialità sul nome). Nascerà su una base comunque a quella della Peugeot 2008 e sarà anche elettrificata, così come la Tonale.

I modelli che verranno dopo non si sa ancora quali saranno. Probabilmente già quest’estate verrà lanciato un piano industriale aggiornato per capire quale sia il futuro del resto della gamma Alfa. Imparato ha annunciato comunque che i nuovi modelli saranno tutti elettrificati (indispensabile per rispettare le sempre più dure norme anti inquinamento) e che Quadrifoglio diventerà una linea comune a tutta la gamma.

Brutte notizie invece per il pianale Giorgio che fa da base a Giulia e Stelvio. Non essendo stato progettato per supportare componenti elettrificate, avrà vita breve.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*