Aston Martin in Formula 1 con Stroll e la Racing Point?

Aston Martin in Formula 1 con Stroll e la Racing Point?

6 Dicembre 2019 Off Di Lorenzo Lucidi

Attualmente Aston Martin copre il ruolo di title sponsor per la Red Bull Racing. Ma il ruolo della Casa di Gaydon in Formula 1 potrebbe diventare ben presto d primo piano. Lo storico nome inglese sarebbe infatti in trattativa per entrare nel Circus rilevando una delle scuderie attualmente in griglia. Ma andiamo con ordine.

L’indiscrezione – o, se preferite, la bomba giornalistica – arriva dalle testate inglesi Racefans e Autocar. Lawrence Stroll, miliardario canadese e padre del pilota Lance, vorrebbe alzare l’asticella. Trasformando la “sua” Racing point in una squadra decisamente più blasonata. Con l’apporto di Aston Martin, appunto.

L’Aston Martin DBX ideata per risollevare le sorti del marchio

La Casa di Gaydon, attualmente sotto il controllo dell’holding guidata da Andrea Bonomi, non naviga in acque tranquille. I bilanci sono negativi, e in Borsa il Titolo è in perdita. Condizioni che starebbero spingendo Stroll Sr a comprare una quota di maggioranza della Casa.

L’obiettivo? Trasformare l’anonima e “rosea” Racing Point in un’Aston Martin con classica livrea verde. La fattibilità del progetto però non è scontata: come detto, Aston è attualmente sponsor di Red Bull, ma non solo. Il team austriaco ha infatti partecipato alla progettazione della hypercar Valkyrie.

L’hypercar Valkyrie progettata insieme a Red Bull

Ma del resto debuttando in formula 1, sempre con le power unit Mercedes, Gaydon renderebbe ancora più forte l’altro patto, quello con i tedeschi della Stella. Non a caso, le Aston martin stradali montano (anche) i V8 AMG. Insomma, uno scenario accattivante ma ancora decisamente incerto.

L’obiettivo, comunque, è debuttare già nel 2021.

Leggi anche
Leclerc: “Hamilton in Ferrari? Hai sempre da imparare dai Campioni”
Ricciardo, ad Abu Dhabi scambio di caschi con i colleghi
Vettel: “Hamilton in Ferrari? Penso sia solo un buon cliente…”