Cina, la F1 monitora la diffusione del virus. Guardian: gara a rischio

La Formula 1 è uno sport Mondiale che più Mondiale non si può. Con gare in 4 continenti e oltre 20 Paesi, le monoposto percorrono piste disseminate in tutto il globo. Naturale che, quindi, alcuni tasselli di questo complesso puzzle possano essere a rischio. In passato è capitato che dei gran premi non venissero corsi per questioni geopolitiche. Ora a rischio c’è una gara per un pericolo sanitario.

Il problema lo conoscete tutti, e si chiama Coronavirus. Il virus, scoperto in Cina, si sta diffondendo rapidamente nel Paese asiatico e i casi all’estero aumentano sempre di più. Il governo cinese ha messo in quarantena milioni di persone, a partire dalla città di Wuhan, focolaio dell’epidemia.

Per questo la Formula 1, che in Cina correrà il 19 aprile, sta tenendo attentamente sotto controllo la situazione. Al momento non ci sono allarmismi da parte della FIA, che comunque è pronta a prendere provvedimenti. Stiamo osservando la situazione con la F1 e la ASN (associazione degli sport nazionali cinesi), che è il nostro organismo sul campo. In questa fase non possiamo fare molto se non osservare e reagire se necessario, se le autorità competenti formuleranno raccomandazioni” ha comunicato la Federazione.

Più pessimista la stampa. Il The Guardian ha chiesto un parere al dottor Serio Brusin, che non ha escluso la possibilità di vedere annullato l’evento: “Ciò che potrà succedere da oggi ad aprile è difficile da prevedere, ma se l’infezione continuerà a propagarsi a questi ritmi, non sarei così ottimista per la gara di Formula 1″.

Al momento non sembrano essere stati evidenziati casi di infezione a Shangai, la metropoli dove si corre il GP di Cina. L’allerta resta comunque alta: il circuito in linea d’aria dista meno di 700 km da Wuhan. Una distanza notevole, ma che nell’immensa Cina appare come un passo. A rischio anche la gara cinese della Formula E, prevista per il 21 marzo a Sanya. Due settimane dopo si correrà l’eprix di Roma.

Leggi anche
Gasly: “Tornare in toro Rosso mi ha permesso di smentire le ca***te su di me”
F1, i week end si accorciano di un giorno (dal 2021)
Leclerc: “Spero nel Titolo 2020. Guido per il team migliore”

Potrebbero interessarti anche...