Ferrari 2020, lancio l’11 febbraio: sarà ancora Rossa opaca

Ferrari 2020, lancio l’11 febbraio: sarà ancora Rossa opaca

Mattia Binotto è intervenuto in merito alla Ferrari 2020. Quella per la stagione che si aprirà il 15 marzo a Melbourne. Il team principal ha dato diverse informazioni molto interessanti riguardo la monoposto che sostituirà la SF90. Sia dal punto di vista tecnico che da quello delle tempistiche.

11 febbraio: segnatevi questa data, perché è quando la Ferrari svelerà al mondo la nuova vettura per la stagione 2020. 8 giorni prima dei test invernali di Barcellona, che partiranno il 19 febbraio per poi protrarsi, n due sessioni, fino alla fine del mese.

Binotto, intervistato da Sky F1 alla cena di Natale della Rossa a Maranello, ha parlato a lungo della nuova Ferrari e della filosofia con cui verrà concepita: quella della continuità e dell’evoluzione. “Il colore sarà ancora rosso opaco. Abbiamo fatto questa scelta per un tema di peso e lo manterremo”.

Presenteremo la macchina molto presto, molto presto rispetto agli altri team, l’11 febbraio – ha continuato il team principal in merito alla Ferrari 2020 – Così presto perché abbiamo un programma intenso di prove a banchi che vogliamo fare e che abbiamo programmato. Il regolamento è stabile per il prossimo anno, quindi sarà uno sviluppo di quella attuale, magari continuando la direzione di sviluppo intrapresa questa seconda parte di questa stagione“.

Con quali attese la Scuderia affronterà la prossima stagione? “Da parte nostra l’obbligo di continuare a migliorare. Con il presidente e l’amministratore delegato stiamo investendo sul nostro futuro a medio lungo temine. E’ importante la stabilità della squadra, a volte serve pazienza. Se c’è una cosa che posso promettere intanto è l’impegno e magari di regalare più gioie come quelle di Monza” ha spiegato Binotto.

Leggi anche
Hamilton e Rossi si scambiano Mercedes e Yamaha: “Fantastico!”
Formula 1, ecco quanto pagano i team per iscriversi al Mondiale 2020
Binotto: “La Ferrari ha 20 cv in più di Mercedes”

Lorenzo Lucidi