GP Turchia, l’asfalto nuovo è scivoloso e le auto a noleggio provano a gommare la pista

Pubblicato da mwlsport il

Le prove libere in Turchia hanno fatto emergere le criticità del tracciato di Instanbul Park dopo la riasfaltatura. Intervento che ha reso la pista estremamente scivolosa e che, tra l’altro, non era stato richiesto dalla FIA.

Quando qualche mese fa i commissari della Federazione avevano visitato il circuito avevano stabilito che, pur essendo vecchio, l’asfalto era ancora in buono stato e che quindi non era necessario rifarlo. Il ministero dei trasporti turco ha però deciso di propria iniziativa di intervenire comunque con la riasfaltatura, eseguendo i lavori in tempi record.

Una decisione presa autonomamente dalla Turchia, e che ha portato a completare l’asfalto nuovo un mese prima del GP. Troppo poco tempo, se si considera che sulla pista di Instanbul Park non erano previste altre gare o eventi che potessero contribuire a pulire l’asfalto e gommare la pista.

Il risultato lo abbiamo visto con i mille testacoda delle prove libere e le lamentele dei piloti che giudicavano assai scivoloso il fondo. Nella notte tra venerdì e sabato, gli organizzatori della gara hanno messo in pista una serie di auto stradali a noleggio facendole camminare a zig zag, nel tentativo di gommare un po’ la pista. Proposito vanificato anche dalla pioggia che poi è caduta sull’autodromo lavando ulteriormente l’asfalto.

Il risultato? La pista è tuttora scivolosa e anche in qualifica e in gara potremmo assistere a molte sorprese.

Categorie: Formula 1

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*