Il Codacons denuncia Alfa Romeo: “Incita alla trasgressione del CdS”

Il Codacons denuncia Alfa Romeo: “Incita alla trasgressione del CdS”

Agli amanti delle serie TV non sarà sfuggita l’uscita di 6 Underground, nuova produzione Netflix ambientata – tra l’altro – nelle strade di Firenze. La serie è in cima anche agli interessi degli appassionati di auto italiane, visto che una delle “protagoniste” è una shockante Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio in colore verde lime.

Per celebrare l’uscita della serie e mostrare il talento da “attrice” della Giulia, l’Alfa negli ultimi giorni ha trasmesso uno spot tratto da alcune scene della produzione. In cui la Berlina del Biscione sfreccia per le strade di Firenze come in ogni film d’azione che si rispetti. Del resto, da uno come Michael Bay, curatore della serie, non ci si può aspettare meno che sgommate, fumo ed esplosioni.

Le scene non hanno tuttavia entusiasmato il Codacons, l’ente italiano a tutela dei consumatori. Che ha definito come pericolose le immagini mostrate da Alfa Romeo nel suo spot.

Si tratta di un messaggio violento recita il comunicato della Codaconsdiseducativo e fuorviante che incita alla trasgressione delle regole del Codice della Strada, quando il tema della sicurezza dovrebbe essere l’obiettivo comune da perseguire in un paese in cui si registrano ancora quasi 3500 morti l’anno per incidenti stradali“.

Insomma, benché venga specificato nel messaggio promozionale che le scene siano oggetto di finzione, l’ente non ci sta. Ora la questione passa nelle mani delle istituzioni competenti. Tra cui l’Antitrust, che avrà il compito di verificare la correttezza dello spot.

Qui potete vedere il video incriminato, nella versione destinata al mercato USA:

Leggi anche
“Una Tesla emette più CO2 di una Mercedes diesel”. Ecco lo studio
Fiat 124 Spider, addio. Si ferma la produzione
Jaguar F-type, la piccola del Giaguaro si rifà il look

Lorenzo Lucidi