La storia delle Grid Girls. Rosa Ogawa, chi è stata la prima ombrellina nel Motorsport?

Pubblicato da Manuel Tavolacci il

Da dove nasce la tradizione delle ombrelline o delle “Grid Girls”? Ce lo siamo chiesti e siamo andati a cercare da dove è nata questa tradizione. Ovviamente paese che vai nome che trovi, nel mondo vengono chiamate nei modi più disparati come Paddock Girls, Pit babes o semplicemente ombrelline.

Diciamo che il fulcro di tutto quanto è originario in Oriente, dove questa figura che negli autodromi gira poco vestita e fa bella presenza a fianco alle vetture schierate, è proprio supportata da una cultura Popolare portata quasi ad essere idolatrata e molto spesso nella loro carriera riescono ad accedere in vari casi per diventare Star del cinema e della TV.

Chi fu la prima Ombrellina al mondo? Probabilmente è stata Rosa Ogawa degli anni 60. Moglie di Minoru Kawai, possessore di un team privato Toyota era spesso presente durante le corse e tutto iniziò quando le venne chiesto di accompagnare il vincitore sul podio a Suzuka. Ma la sua carriera sotto questa figura dura poco, per via della morte del marito in un incidente nel 1970.
Da quel momento donne e motori sono state sempre un binomio vincente sì, almeno fino a quando nel 2018 in Formula 1 la nuova gestione Liberty media ha messo un bando a queste figure. Ricordando che anche l’occhio vuole la sua parte, esortiamo cordialmente Chase Carey a riportare queste splendide figure nel circus.

Categorie: Formula 1