Mercedes GLA, ecco la seconda generazione

Mercedes GLA, ecco la seconda generazione

Lanciata nel 2013 e prodotta per sei anni con buon successo, per la Mercedes GLA arriva il moneto della seconda generazione. La Casa tedesca ha svelato ieri il nuovo modello del suo suv entry level, che cresce in altezza e si accorcia leggermente. Mantenendo comunque invariata la sua indole di crossover urbano elegante.

Come detto, la Mercedes GLA cambia molto nelle dimensioni. A stupire non sono i 14 mm di lunghezza in meno (ora misura 4,41 metri) quanto piuttosto i 10 cm in più di altezza. Una crescita vertiginosa che cambia look all’auto e regala parecchio spazio agli occupanti. La GLA, alta ora 1,61 metri, concede ai passeggeri anche una migliore visuale, con seduta rialzata di 4 cm. E 14 litri in più di bagagliaio. Ciononostante, il CX è di solo 0,28.

Esteticamente la GLA si avvicina agli ultimi modelli Mercedes. La parte posteriore ha chiari richiami alla Classe A, mentre frontalmente l’ispirazione arriva dai modelli più alti della gamma. Anche dentro design e materiali portano alla mente le vetture più grandi di Casa. Tantissima, ovviamente, la tecnologia di bordo.

Al momento sono disponibili solo due motori, entrambi a benzina: il 1.3 turbo da 163 cavalli e 250 nm (la GLA 200) e il potente 2.0 da 306 cavalli e 400 nm della versione 35 AMG. Quest’ultima versione, grazie anche alla trazione integrale e cambio a 7 marce, è in grado di raggiungere i 100 km/h in appena 5,1 secondi. Il resto della gamma motori verrà implementata man mano, e cambierà a seconda dei mercati a cui l’auto è destinata. Assai probabile, quindi, l’arrivo di motorizzazioni a gasolio per l’Europa.

Leggi anche
“Una Tesla emette più CO2 di una Mercedes diesel”. Ecco lo studio
Fiat 124 Spider, addio. Si ferma la produzione
Jaguar F-type, la piccola del Giaguaro si rifà il look

Lorenzo Lucidi