Mercedes indagata per aver violato il parco chiuso a Montreal

Sezione Motori

Mercedes indagata per aver violato il parco chiuso a Montreal

Non solo la Ferrari e Sebastian Vettel sono stati nel mirino della FIA in Canada. Anche se poi, come sappiamo, la penalità è arrivata solo per il ferrarista. Ma andiamo per gradi e cerchiamo di capire cos’è successo.

Il week end di Montreal era iniziato in modo problematico per la Mercedes, con grattacapi di affidabilità e uno stop di Bottas nelle libere. E nemmeno Hamilton è stato immune dalle noie appena citate. Tanto che, alcune ore prima della gara, è stata registrata una perdita idraulica che ha fatto temere la Mercedes di non riuscire a schierare Hamilton.

La questione è stata poi risolta senza intoppi, con la sostituzione dell’elemento delle sospensioni che aveva evidenziato problemi. Tra sabato e domenica però vale la regola del parco chiuso. Vale a dire che la monoposto non può essere modificata, se non per risolvere problemi che potrebbero compromettere la sicurezza. Altrimenti scatta una penalità in termini di posizioni in griglia di partenza.

Sulla Mercedes l’intervento sarebbe potuto avvenire nel caso in cui la componente danneggiata fosse stata sostituita con una identica. Cosa che però non è avvenuta. Come riporta Auto Motor und sport, la Mercedes avrebbe sostituito il pezzo che aveva avuto la perdita con uno non uguale al 100%.

La FIA ha studiato il pezzo e ha deciso di non intervenire con penalizzazioni nei confronti della Mercedes. Giustificando tale scelta con il fatto che tale componente, pur non uguale a quella vecchia, funzionava in modo uguale.

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*