MotoGP: Quartararo guida la doppietta Yamaha ad Assen

Pubblicato da luca florio il

Ultimo al Sachsenring, Viñales ha stupito prendendosi la pole ad Assen, ma una cattiva partenza gli ha fatto perdere posizioni. È toccato a Pecco Bagnaia e Fabio Quartararo guidare i primi giri, ma il pilota francese ha poi preso il largo con un ritmo infernale. Alle sue spalle Bagnaia ha perso posizioni a causa di un long lap penalty, mentre Nakagami ha subito il deterioramento della gomma media. Gli inseguitori si sono ridotti a Viñales, Zarco e Mir, ma il vantaggio di Quartararo era incolmabile. Sul podio arrivano le due Yamaha e Joan Mir, con Zarco quarto miglior Ducati davanti ad Oliveira. Recupera fino al sesto posto Bagnaia, davanti a Marc Marquez e Aleix Espargaro. Tredicesimo Petrucci, secondo miglior italiano; un solo punto per Bastianini, che precede Savadori sedicesimo. Caduti Rossi e Miller, quest’ultimo costretto a rientrare da una frettolosa direzione gara.

La classifica di MotoGP

Nella categoria di mezzo si rivedono Augusto Fernandez e Sam Lowes, ma a fine gara è ancora doppietta del team Ajo. Raul Fernandez precede Remy Gardner e l’omonimo Augusto, Sam Lowes ai piedi del podio davanti a Bezzecchi, migliore italiano. In Moto3 una pioggia di penalità sconvolge la gara. Niente gara di gruppo e spettacolo ad ogni curva, con un velocissimo Dennis Foggia a vedere per primo la bandiera a scacchi. Con lui sul podio Sergio Garcia e Romano Fenati. L’ultima gara della giornata è quella di MotoE, vinta da Granado. Ad accompagnarlo sul podio Torres e Zaccone, che approfittano della caduta del pretendente al titolo Aegerter.

Fine settimana di Assen che conferma i leader di classifica. I due francesi Quartararo (156 punti) e Zarco (122) guidano la classifica MotoGP, davanti a Bagnaia (109), Miller e Mir (entrambi a 100 punti). Remy Gardner ha 184 punti contro i 153 del compagni di squadra Raul Fernandez per quanto riguarda la Moto2. In Moto3 Pedro Acosta ha invece un vantaggio di 48 punti da Sergio Garcia, a quota 110 punti contro gli 86 di Foggia e gli 80 di Fenati. Accesa invece la lotta al vertice della coppa di MotoE che vede Zaccone primo con sette punti di vantaggio dal campione in carica, Jordi Torres.

Luca Florio