MotoGP: storica prima volta di Bagnaia in classe regina

Pubblicato da luca florio il

Il mondiale riparte dal Motorland Aragon e lo fa con Pecco Bagnaia in pole position. Il pilota di Ducati parte forte e guida il gruppone davanti a Marc Marquez. Questo è l’andazzo di quasi tutta la gara. Solo a tre giri alla fine i due buttano all’aria ogni strategia e iniziano a scambiarsi le posizioni. Tre giri al cardiopalma che vedono Bagnaia vincere per la prima volta in MotoGP. Alle loro spalle c’è inizialmente Jack Miller. Un dritto dell’australiano al decimo giro regala a Joan Mir la terza posizione e ad Aleix Espargaro la quarta. In quest’ordine i tre arriveranno al traguardo, in un gruppo che non ha regalato grandi emozioni. Ottima gara di Enea Bastianini finito sesto! Gara difficile invece per Fabio Quartararo. Il leader di classifica non trova mai il giusto feeling e termina ottavo, dietro anche a Brad Binder.

Gli altri italiani sono andati in contro a gare avare di soddisfazioni, in attesa del ritorno di Morbidelli e del debutto di Dovizioso. Quindicesimo Petrucci, che raccoglie un solo punto. Chiudono la classifica Valentino Rossi e Luca Marini, rispettivamente diciannovesimo e ventesimo. Deludente anche Zarco, prima della gara terzo in classifica, arrivato diciassettesimo. Il francese è comunque arrivato davanti a Maverick Vinales, all’esordio con l’Aprilia.

La classifica del gran premio di Aragon.

In Moto2 Raul Fernandez contraddice i pronostici. Lo spagnolo ha rimediato un infortunio in allenamento, che non gli ha impedito di dominare la gara. Alle sue spalle il compagno di squadra Remy Gardner ed Augusto Fernandez. Primi titoli assegnati quest’anno alla Kalex per i telaisti e Ajo per le squadre. Sembrava un disastro per Acosta la gara di Moto3, caduto coinvolgendo Artigas. All’ultimo giro, però, il rivale Sergio Garcia sciupa l’opportunità di recuperare punti. Vince l’italiano Dennis Foggia, davanti a Deniz Oncu e Ayumu Sasaki. Ultimo appuntamento per la Red Bull Rookies Cup. Il monomarca KTM è andato al colombiano David Alonso.

Quartararo raggiunge quota 214 punti, ma si rifanno sotto Bagnaia con 161 e Mir con 157 punti. In Moto2 i ritiri di Bezzecchi e Lowes, lasciano ormai Gardner (251) e Fernandez (212) a doversela vedere da soli per il titolo. Nella classe leggera la classifica resta invariata per le cadute di Acosta (201) e Garcia (155), che subiscono il rientro di Foggia (143).

Luca Florio


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*