Non crocifiggete Giovinazzi! Che male vi ha fatto?

Sezione Motori

Non crocifiggete Giovinazzi! Che male vi ha fatto?

Nelle ultime giornate la moda sembra essere quella di insultare a più non posso Antonio Giovinazzi, il pilota italiano che più di chiunque altro esemplifica il detto “dalle stelle alle stalle”. Se una settimana fa Antonio era il nuovo Campione su cui la Ferrari avrebbe dovuto puntare già dal prossimo anno, ora i tifosi della domenica lo hanno già crocifisso in sala mensa, reo di orribili peccati.

Per rendersi conto della volubilità delle folle basta fare un giro su siti e pagine social sui motori. Appena prima del GP della Cina Giovinazzi era idolatrato come un novello Schumacher, l’erede di Ascari, il naturale sostituto di Raikkonen al volante della Rossa. Tempo un week end e due incidenti propiziati dall’umido, Antonio è diventato bersaglio dei peggiori insulti. C’è chi lo accusa di aver fatto perdere il GP della Cina a Vettel, chi paragona le sue prestazioni a quelle di un macaco, e così via.

Ma cosa ha fatto di così terribile il pilota pugliese? Ha sbagliato, due volte. Errare è umano, ma perseverare sbagliando due volte su una pista umida non è diabolico. Specie con queste nuove monoposto così difficili da guidare e con la pochissima esperienza che ha potuto accumulare tra Barcellona e Melbourne.

Del resto sarebbe anche irrealistico pensare che un rookie proveniente dalla GP2 possa affrontare delle gare senza sbavature, errori, imperfezioni. Se avessimo dovuto cacciare dal Circus ogni pilota che abbia distrutto una monoposto nelle sue prime gare la griglia della F1 sarebbe pressoché vuota. L’elenco dei driver che hanno seminato pezzi di carbonio in pista è lunghissimo. Spesso sono stati anche Campioni, diventati tali pur dopo la gogna pubblica alla quale ogni pilota è sottoposto dopo un crash.

Antonio farà esperienza, crescerà professionalmente e darà il meglio di se stesso. Ma per fare ciò ha bisogno anche del nostro sostegno. Di noi italiani, ferraristi e non, appassionati di F1 e non tifosi da tastiera pronti a insultare chiunque commetta un errore.

Forza Antonio!

Lorenzo Lucidi

Please follow and like us:
error0