Red Bull, Horner: “sfavoriti da gomme ribassate e aerodinamica”

Red Bull, Horner: “sfavoriti da gomme ribassate e aerodinamica”

Le nuove regole introdotte nel 2019 hanno sfavorito la Red Bull. Questo è quanto afferma il team principal del team anglo austriaco Chris Horner. Nell’ultima parte della scorsa stagione la squadra aveva ottenuto ottimi risultati, vincendo in Messico e arrivando costantemente a podio. Ma al via della nuova annata la scuderia è riuscita a cogliere solo due podi con Max Verstappen, senza mai riuscire ad attaccare la Mercedes.

Nel 2019 sono infatti state introdotte novità tecniche che hanno esaltato i tecnici Mercedes e messo in difficoltà quelli della Red Bull (ma pure di Ferrari e altre scuderie): l’ala anteriore semplificata e le gomme ribassate di 0,3 mm.
“Per una serie di motivi non siamo competitivi come sul finale della scorsa stagione – ha detto Horner – La combinazione formata dalle nuove Pirelli ribassate e il concetto aerodinamico studiato con la RB15 non ci aiuta”.

Cambiare il concetto dell’ala anteriore è una missione difficile e abbiamo bisogno di tempo per migliorare le nostre performance. In ogni caso siamo sulla strada giusta. La Formula 1 è pura evoluzione. Stiamo costantemente guadagnando terreno sul lato telaio, mentre Honda sta facendo buoni progressi sul lato power unit. L’affidabilità è notevolmente migliorata rispetto allo scorso anno. Purtroppo i nostri avversari non stanno a guardare. Ferrari ha portato un nuovo motore in Canada e farà altrettanto la Mercedes in Canada. Non possiamo prevede le loro mosse, ma possiamo focalizzaci sul nostro lavoro” ha concluso il team principal della Red Bull.

Leggi anche
Wolff: “Hamilton? Sogna un Titolo con la Ferrari”
GP Spagna, Binotto: “Ordini di scuderia? Come fai, sbagli”
Test Pirelli, Ferrari rifiuta quelli con le gomme 2021
F1 2019, Codemasters censura gli sponsor di Ferrari e Mclaren

Please follow and like us:
error0

mwlsport