Red Bull, Marko: “Nuove regole sempre positive per Mercedes”

Sezione Motori

Red Bull, Marko: “Nuove regole sempre positive per Mercedes”

Helmut Marko, ve l’abbiamo detto spesso, non è uno che le manda a dire. Il superconsulente della Red Bulla Racing, se pensa qualcosa, la fa sapere al mondo. Un uomo poco diplomatico, certo. Ma è interessante sapere cosa pensa, a volte a torto e altre a ragione, senza i filtri della diplomazia.

L’ultimo attacco del dottor Marko ha un obiettivo preciso: la FIA, e i suoi regolamenti. Che, anche tramite Pirelli, sarebbero troppo favorevoli a un team in particolare. Ecco cosa ha detto Helmut Marko: “Mettiamola così. È evidente che la regola cambia e che le decisioni sono sempre state positive per la Mercedes. Ad esempio, la Pirelli ha cambiato le gomme per il 2019 in modo che non si surriscaldino, ma l’anno scorso solo la Mercedes ha avuto un problema con loro. Improvvisamente, nel 2019 solo la Mercedes ottiene sempre le temperature nella corretta finestra di lavoro“.

I concetti di tutte le vetture erano meno aerodinamici – ha continuato a spiegare l’esponente della Red Bullsolo la Mercedes costruiva una monoposto con molto carico e trazione, col senno di poi questo era esattamente il modo di ottenere il massimo da queste nuove gomme. Non posso dimostrare che la Mercedes abbia ottenuto i dati prima di noi, ma non posso escluderlo. Noi della Red Bull guarderemo con attenzione al futuro sviluppo della F1 e ci saranno anche delle discussioni con la Pirelli“.

Marko ne ha anche approfittato per dire la sua sul caso Vettel. Dando il pieno appoggio al suo ex pupillo, attualmente impegnato in Ferrari. “Quando ha cambiato i cartelli, ha solo mostrato ai giovani che dovresti sempre tener fede ai tuoi valori“.

Leggi anche
Mercedes indagata per aver violato il parco chiuso a Montreal
Rosberg “Vettel, invece di lamentarsi della penalità, doveva distaccare Lewis”
Ricciardo: “Hamilton con me fece lo stesso. E non fu penalizzato”
Mansell, Andretti e Hill difendono Vettel: “Imbarazzante”

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*