Toyota GR Yaris, ecco la piccola 4×4 con 261 cavalli

Quando si parla di auto giapponesi di solito vengono in mente due categorie. Da una parte le compassate ed ecologiche vetture famigliari. Dall’altra, le potenti, arroganti e folli sportive. La Toyota Yaris esemplifica bene questo assioma: da una parte c’è l’Hybrid, ecologica, economa e civile. All’estremo opposto, da oggi, la GR.
Ma chi è la Toyota GR Yaris?

Si tratta, sostanzialmente, della cosa più folle mai apparsa nel segmento B negli ulyimi 10 anni. Prendete una Yaris di nuova generazione. Mettetele addosso l’abito più sportivo e portatela in palestra (o nei reparti GR) per qualche mese. Quando uscirà, avrà 261 cavalli, la trazione integrale e prestazioni davvero non comuni per una “piccola”.

Ed eccoci ai dati tecnici: sotto al cofano della Toyota GR Yaris c’è un 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina (G16E-GTS, per gli amici) che eroga 261 cavalli (!) e 360 nm di coppia (!!) scaricati sulle quattro ruote. Il bilanciamento della coppia sui due assi varia a seconda dell’uso, con il differenziale che può spostare fino al 100% della coppia all’anteriore o al posteriore a seconda delle necessità. Di base ci sono tre ripartizioni standard: Normale (60:40), Sport (30:70) e Track (50:50).

A vederla, la GR appare decisamente più “pienotta” rispetto alle altre Yaris. Naturalmente non è un’impressione: per renderla adatta all’uso supersportivo, Toyota ha dovuto agire sul pianale e allargare la vettura, e di conseguenza anche la carrozzeria è stata modificata. Nonostante gli allargamenti, la Yaris riesce a non superare i 1.280 kg a vuoto.

Veniamo ora a quello che davvero ci interessa della Toyota GR Yaris: le prestazioni. Che non sono certo quelle di un’utilitaria. Lo 0-100 viene coperto in 5,5 secondi, mentre la velocità massima è di 230 km/h. Se volete mettervene una in garage dovrete sborsare 32.563 o 37.497 euro, a seconda delle versioni.

Leggi anche
Italia, ecco le 20 auto più vendute nel 2019
Huracan Evo RWD, ecco la Lambo da 610 cv a trazione posteriore
Alfa Romeo, Kimi (e Minttu) Raikkonen protagonista del nuovo spot

Potrebbero interessarti anche...