Verstappen, rinnovo da record: è il più pagato dopo Hamilton

I giovani talenti sono merce preziosissima, oggigiorno. Del resto i piloti sono liberi professionisti ben poco inclini alla riconoscenza per chi li ha portati in Formula 1. E molto inclini, viceversa, a cambiare eventualmente casacca se qualche rivale offre cifre maggiori.

Per evitare una partenza di Max Verstappen, Red Bull ha deciso di blindare il suo pupillo con un ingaggio da record. Le cifre sono riservate, ma in questa F1 dove tutti parlano sottovoce i numeri escono allo scoperto. Si parla di una cifra compresa tra i 36 e i 40 milioni di euro a stagione (a seconda delle varie fonti la cifra varia di qualche milione, ma l’importo resta da capogiro).

Con questo super contratto Max si afferma come il secondo pilota più pagato della griglia, dopo il solo Lewis Hamilton. L’olandese ora guadagnerà più o meno quanto Sebastian Vettel. Tanto che, come riporta Motorsport.com, qualcuno nell’ambiente si è concesso una battuta sarcastica: “Sul fronte economico Max è passato da zero a quattro Mondiali, di colpo”.

Insomma, solo 8 GP vinti, ma un ingaggio da pluricampione. Questa cifra verrà pagata solo in parte da Red Bull. Una fetta dello stipendio di Max verrà dalla Honda, che già ai tempi della Mclaren era stata disponibile a sovvenzionare i top driver del team.

Leggi anche
Ufficiale, Kubica in Alfa. E il team cambia nome
Steiner: “Credevo che Magnussen e Grosjean non fossero più gestibili”
Formula 1, i 16 flop del decennio (secondo noi)

Potrebbero interessarti anche...