Williams, che fatica questo inizio 2019. E ai tifosi si stringe il cuore

Sezione Motori

Williams, che fatica questo inizio 2019. E ai tifosi si stringe il cuore

Ennesimo buco nell’acqua per la Williams, che anche nel GP di F1 in Cina è arrivata nelle ultime posizioni. Una storia che non cambia rispetto alle prime due gare, con i piloti che si ritrovano a combattere spesso da soli distaccati di un minuto dal resto del gruppo. E continua a dispiacere questa mancanza di ritmo, che vede un team storico alle prese con una crisi esistenziale. Il migliore ieri è stato George Russell che ha chiuso in sedicesima posizione. Kubica invece l’ha subito seguito, arrivando dietro di lui. Due gare veramente magre, e frustranti per i due piloti di quest’anno. Andiamo a leggere le loro dichiarazioni rilasciate subito dopo la gara.

 

 

George Russell (P16)

“Il ritmo è stato leggermente migliore del previsto, ci siamo battuti nei primi giri e siamo riusciti a rimanere con il gruppo. Una volta che le acque si sono calmante, le lacune hanno iniziato ad evidenziarsi ed è stata una gara abbastanza in solitaria per me. Stavamo gestendo le gomme nella parte centrale della gara ma i tempi iniziavano a crollare, quindi è stato giusto fare un secondo pit-stop. Alla fine dei giochi, ci troviamo ancora in questa situazione, ma dobbiamo continuare a spingere e lavorare”.

 

 

Robert Kubica (17°):

“Ad essere onesti, non c’è molto da dire. Il momento più emozionante della mia gara è stato quando ho fatto il giro di ricognizione, quando ho provato a mettere in temperatura le gomme e ho perso la macchina andando molto lentamente alla curva 6. Ho fatto una buona partenza, ma non volevo rischiare nulla: ero vicino a una delle Racing Point ed ero all’interno, ma non sapevo cosa avrebbe fatto, quindi ho lasciato spazio e perso due posizioni. E’ difficile rischiare qualcosa quando sei consapevole del tuo ritmo di gara”.

In attesa del prossimo GP a Baku, il team avrà due settimane per migliorare qualche piccolezza alla vettura, per rendere man mano sempre più guidabile questa vettura che è nata malissimo.

Please follow and like us:
0

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*