WSBK: Razgatlioglu re di Donington, Rea out in gara 2

Pubblicato da luca florio il

Dopo la Superpole che ha visto Jonathan Rea dominare sotto la pioggia di Donington, gara 1 parte nel segno di una pista che va asciugandosi. È il campione della Kawasaki a scappare, ma viene raggiunto e superato da uno scatenato Toprak Razgatlioglu al secondo giro. La pista umida miete le prime vittime in Redding e Ponsson, mentre lo stesso Rea va per prati dopo un mezzo high side. Forte del vantaggio guadagnato, Toprak va avanti a suon di giri veloci, passando la bandiera a scacchi davanti a Rea e a Lowes, che ringrazia una caduta di Garrett Gerloff, rialzatosi e finito settimo. Ai piedi del podio le due BMW di Sykes e van der Mark, davanti alla Honda di Haslam. Male le Ducati, il cui miglior rappresentante è il privato Bassani, decimo davanti agli anonimi Davies e Rinaldi.

Di nuovo condizioni intermedie per la Superpole Race, la cui prima vittima è Alex Lowes, secondo dietro a Jonathan Rea. Il Cannibale ha dominato la gara dalla prima all’ultima curva, allungando sui rivali in pista e in classifica. Alle sue spalle ci sono infatti le BMW M1000RR di Sykes e van der Mark, per un primo podio storico per la nuova moto bavarese. Quarta la Honda di Leon Haslam davanti alle Yamaha di Gerloff e Razgatlioglu. Ancora male le Ducati, con l’ottava posizione di Davies come miglior pilota in pista.

Jonathan Rea nella sua pista di casa. Copyright: Jared Earle – @jearle – CC BY-NC

Rea tenta la fuga anche in gara 2, ma questa volta non riesce a scappare al turco della Yamaha. Pochi giri dopo però è il pilota Kawasaki a superare Toprak Razgatlioglu, ma il suo nuovo tentativo di fuga è interrotto da una caduta. Evento più unico che raro, la caduta di Rea permette a Toprak di ottenere una facile vittoria e di prendere la testa del mondiale. Per Yamaha è una doppietta, grazie al secondo posto di Gerloff, finito davanti a Sykes. Mette una pezza al weekend disastroso Redding con il quarto posto nell’ultima gara del weekend.

Luca Florio