WSBK: Toprak domina a Magny Cours e piega Rea

Pubblicato da luca florio il

Dopo due circuiti perlopiù sconosciuti, si passa all’appuntamento fisso di Magny Cours. Teatro di tante vittorie di Rea e della prima di Razgatlioglu, ma che l’anno scorso ha visto BMW in pole e la Ducati prendersi gara 2. Chi si aspettava un weekend combattuto però è rimasto deluso. Rea conquista la pole ma è Toprak che domina il weekend di Magny Cours prendendosi tre vittorie e testa della classifica in solitaria. Il turco punta forte al titolo e strizza l’occhio alla MotoGP per il 2023. In gara 1 parte meglio Rea, ma il turco lo recupera in poche curve. La gara è la più noiosa del weekend con gli unici sprazzi concessi dal duello tutto italiano tra Rinaldi e Locatelli per il quarto posto. La spunta l’alfiere Yamaha che finisce terzo grazie ad una caduta di Lowes. L’inglese sciupa un podio sicuro dietro a Razgatlioglu ed il compagno di squadra.

La Superpole Race vede ancora Rea tentare una fuga, ma una staccata incredibile del turco all’Adelaide dà inizio a una serie di sorpassi e sportellate fino all’ultima chicane. Toprak Razgatlioglu taglia il traguardo per primo, seguito dalla coppia Kawasaki Rea e Lowes. Solo molte ore dopo il turco viene penalizzato di una posizione a causa del superamento dei limiti della pista. Alla partenza di gara 2 si aggiunge nel gruppetto di testa Alex Lowes. L’altro pilota di Kawasaki però finisce l’ultima gara del weekend come la prima: nella ghiaia. I due litiganti mantengono il redivivo Scott Redding a distanza mentre si scambiano posizioni e sportellate. Sulla linea del traguardo è ancora Toprak davanti a Rea.

Supersport, Supersport 300 e Yamaha R3 Cup

Weekend poco tranquillo in Supersport. Gara 1 è stata sospesa per uno spettacolare volo della Kawasaki di Michel Fabrizio, finita in mille pezzi. Alla ripartenza la wild card Debise resta fermo in griglia e viene travolto dal connazionale Falcone. Dichiarati unfit, i tre hanno comunque lasciato la pista sulle loro gambe. Nella gara domenicale invece Luca Bernardi guida il gruppo, quando scivola all’ultima chicane. Dietro di lui Aegerter e Cluzel non hanno modo di evitare il pilota sammarinese. Bernardi e Cluzel hanno richiesto il trasporto nell’ospedale di Nevers, lasciando il tracciato già coscienti. Per quanto riguarda i risultati, Aegerter ha vinto gara 1 ed è riuscito a fare secondo la domenica, nonostante l’incidente. Per lo svizzero è un risultato importante perché salterà la prossima gara di Barcellona a causa della concomitante gara di MotoE. Vittoria in gara 2 per Manuel Gonzalez, in odore di passaggio in Moto2 con MV.

I resti della Kawasaki ZX-6R di Michel Fabrizio. Crediti: Motosprint

Il leader della classifica della Supersport 300, Adrian Huertas, domina le due gare di Magny Cours come Toprak. Alle sue spalle il suo principale rivale, l’inglese Booth Amos. Sulla pista francese è andato in scena il penultimo appuntamento della R3 bLU cRU European Cup. Le due gare del monomarca Yamaha sono andate al britannico Fenton Seabright, proveniente dal CEV e dalla British Talent Cup.

Luca Florio


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*