WSBK: Toprak recupera in una discussa Most

Pubblicato da luca florio il

Non esente da polemiche l’ultimo round della Superbike andato in scena a Most. Sul circuito ceco molti piloti ed addetti ai lavori si sono espressi negativamente su asfalto, sicurezza e servizi. Nonostante questo, il fine settimana è iniziato come molti altri: pole position per Jonathan Rea! Stupisce invece gara 1, quando prende il largo Scott Redding, a cui una bandiera gialla ha privato della possibilità di fare la pole. Alle sue spalle provano il recupero Toprak Razgatlioglu e Johnny Rea, ma il campione della Kawasaki incappa in una caduta. Passa qualche giro e proprio quando il Cannibale lancia la sua ZX-10RR, Toprak fa prove di sorpasso su Redding. Il duello si porta avanti fino all’ultima curva quando lo stile aggressivo del turco ha la meglio sull’inglese che impreca vistosamente. Segue un tris di italiani: Locatelli, al secondo podio consecutivo, Rinaldi e Bassani, miglior indipendente.

La prima caduta di Jonathan Rea in gara 1. Credits: World Superbike

Il turco della Yamaha domina anche la Superpole Race, resistendo agli attacchi di Rea. Lo scarso feeling con la pista del campione del mondo viene confermato da un dritto alla prima curva a quattro giri dal termine. Perso il treno di Toprak, Redding recupera e supera il pilota Kawasaki. Il podio alla fine sarà Toprak, Redding e Rea. Alle loro spalle ancora Locatelli e la BMW di Tom Sykes.

L’evento principale della domenica vede Toprak partire alla ricerca della terza vittoria della settimana. Alla prima curva un incidente mette fuori gioco Bassani e Delbianco, portando altri piloti sulla ghiaia. In avanti Toprak tenta la fuga, ma Scott Redding si vendica del sorpasso del giorno precedente. Decisamente più veloce, Redding conduce in solitaria, ma il pilota turco tiene ugualmente a bada Jonathan Rea fino al traguardo. Sul podio per l’inglese è una doppia festa: ha infatti proposto il matrimonio alla fidanzata Jacey e il sì non si è fatto attendere. Ai piedi del podio gli italiani Locatelli e Rinaldi.

Redding esulta per la vittoria in gara 2.

Le quattro gare delle categorie inferiori vanno ad altrettanti piloti. Steven Odendaal e Dominique Aegerter si prendono rispettivamente gara 1 e gara 2, allungando in classifica che vede lo svizzero in testa. Doppia vittoria invece per Federico Caricasulo nell’europeo, che gli valgono anche la testa nella classifica separata. Nella classe più piccola Victor Steeman riporta una vittoria in casa KTM che mancava da Assen 2018. La gara domenicale è stata invece vinta dal campione in carica Jeffrey Buis.

Luca Florio